Spazio Comites, la rubrica mensile de IlNewyorkese dedicata al Comitato Italiani all’Estero

La legge prevede che il Comites contribuisca allo sviluppo culturale, sociale e civile della propria comunità, con particolare riguardo alla partecipazione dei giovani, alle pari opportunità, all'assistenza sociale e scolastica, alla formazione professionale, al settore ricreativo, allo sport e al tempo libero della comunità italiana residente nella circoscrizione.

Inauguriamo adesso questa nuova rubrica mensile dedicata al Comites, dove si vuole raccontare le ultime novità, annunciare cosa si ha in serbo, presentarci e spiegare alcune cose relativamente ai servizi consolari.

Innanzitutto spieghiamo cosa sono i Comites, abbreviazione di Comitato Italiani all’Estero. Sono regolati da una legge del 2003, sulla base di esperienze precedenti, composto a New York da 12 membri ed eletti ogni 5 anni a suffragio universale (ma bisogna registrarsi al voto) dai cittadini italiani iscritti all’Aire. La legge prevede che il Comites contribuisca allo sviluppo culturale, sociale e civile della propria comunità, con particolare riguardo alla partecipazione dei giovani, alle pari opportunità, all’assistenza sociale e scolastica, alla formazione professionale, al settore ricreativo, allo sport e al tempo libero della comunità italiana residente nella circoscrizione.

Il Comites di New York fa riferimento ad un’area che comprende gli Stati di New York, Connecticut, la parte settentrionale del New Jersey e le Bermuda, dove ormai sono registrati all’AIRE oltre 105.000 cittadini italiani (per dare un’idea, 10 anni fa eravamo meno di 75.000).

A proposito di AIRE, si ricorda che vi è l’obbligo di registrazione se si presume di rimanere all’estero per almeno 12 mesi. Ci si registra attraverso il portale Fast It, dove è possibile anche riportare variazioni del proprio indirizzo in caso di trasloco. Purtroppo in troppi infatti si dimenticano di aggiornare il proprio indirizzo causando rallentamenti nell’erogazione di documenti, rallentamenti particolarmente fastidiosi quando si ha fretta e quando si aspetta a casa la scheda per votare alle elezioni politiche e ai referendum. Nel sito internet del Consolato viene dettagliatamente spiegato quali sono i documenti necessari all’iscrizione. È importante iscriversi all’AIRE perché così si viene conosciuti dal Consolato che più propriamente può fornire i servizi richiesti. Sapere in quanti siamo serve per meglio finanziare le strutture diplomatiche e meglio individuare le necessità e le opportunità che la presenza italiana offre sul territorio.

Mi presento brevemente, poi presenterò ognuno dei componenti del Comites, uno alla volta. Sono origianrio di Camposampiero (PD), cittadina famosa perché vi visse Sant’Antonio per alcuni mesi fino al 13 giugno 1231 quando, ormai morente, decise di incamminarsi verso Padova, dove – ormai arrivato – morì. La statua di Sant’Antonio con in braccio Gesù Bambino e un giglio in mano che si vede in moltissime chiese rappresenta il miracolo della visione che – secondo la narrazione – accadde proprio a Camposampiero. Sono a New York dal 2011 dove mi sono dedicato all’amministrazione e alle operations di aziende retail italiane per il mercato americano. Vivo ad Harlem con mia moglie, sono juventino e mi piacciono le attività outdoor.

Nel mese di maggio il Comites ha patrocinato un evento sulla Sardegna, “The Golden Place”: un panel presso l’Istituto di Cultura Italiano a cui ha partecipato Leide Porcu, membro del Comites, panel a proposito della rinascita di un villaggio dell’entroterra come Rebeccu di Bonorva.

Abbiamo iniziato giugno, grazie soprattutto a Leide Porcu e a Mico Licastro, con la biciclettata a Central Park in occasione della Giornata dello Sport, in collaborazione con CONI e Scuola d’Italia (vedete il videoracconto creato da Ornella Fado nella nostra pagina YouTube CO.MIT.ES. NY – YouTube); il 2 giungo abbiamo partecipato alla festa di San Cono a Brooklyn (grazie Presidente Rocco Manzolillo) e cerimonia “Piazza Scoglietti” a Elmwood Park in New Jersey (grazie Francesco Caramagna): cercate le immagini sulle nostre pagine Facebook e Instagram!

Alcuni di noi infine hanno potuto festeggiato il compleanno della nostra Repubblica di lunedì 3 giugno.

Il Comites parteciperà, come negli ultimi due anni, alla Pride Parade del 30 giugno. Di queste iniziative riporteremo al prossimo appuntamento. Nel frattempo si ringrazia per l’attenzione e si augura un buon inizio d’estate! Per rimanere in contatto con noi, scriveteci a info@comitesny.org e cercateci su Facebook e Instagram!

Enrico Zanon

Enrico Zanon

Padovano dal 1980, laureato in Economia a Venezia, professionalmente sempre occupato di finanza aziendale e sviluppo del business, prima in Italia e, dal 2011 a New York per alcuni brand retail italiani. Dedicato allo scautismo e al Club Alpino Italiano per 20 anni e alla politica da sempre. Sposato con Alice, vive ad Harlem.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governos Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »
Scroll to Top