Corporate Art a New York: L’artista internazionale Arvedo Arvedi sbarca nella Grande Mela

L’artista internazionale Arvedo Arvedi sbarca a New York con una mostra legata alla Corporate Art. Arvedi, infatti, lavora per le aziende offrendo la sua arte per lo sviluppo di tecniche di marketing e vendita innovative.

Dopo aver lavorato per molti anni per l’artista americano di Chicago John David Mooney e averlo assistito in numerosi progetti internazionali, Arvedi ha sviluppato tutta una serie di tecniche che elabora e mescola per ottenere lavori sempre molto colorati e unicamente riconoscibili.
Tra le tecniche che si potranno ammirare spiccano quelle della Chromolife ed il Plaster: la prima utilizza il colore in una certa quantità e, inclinando la tavola dove lavora, lascia a quest’ultimo la possibilità di “vivere libero”, creando rivoli e macchie di colore; la seconda tecnica consiste nell’usare il gesso alabastrino mescolato a colla e ad acqua, così che, lavorato con le mani, si ha la possibilità di creare dei bassorilievi.
La mostra dal titolo Corporate Art, uno strumento di Marketing e vendita avrà luogo dal 15 al 26 aprile, e vedrà esposte una decina di opere in rappresentanza di aziende internazionali, oltre ai quadri e i foulard del progetto “Arte Da vestire“. 

La caratteristica di Arvedi come Corporate Artist è quella di usare l’arte applicando ad essa le regole del marketing apprese all’università, per aiutare le aziende a vedere l’arte in una nuova ottica e utilizzarla in maniera innovativa. Dal 2020 Arvedi è l’artista ufficiale della “Nuova” Commodore, incaricato dall’attuale CEO della stessa, il dottor Luigi Simonetti, di creare una collezione personale – la Commodore Collection – per interpretare il marchio con spirito moderno e innovativo, ma sempre assolutamente rispettoso per la storia e filosofia del marchio. Alla mostra saranno presenti anche un paio di quadri di questa collezione, mentre un terzo verrà messo all’asta durante il Gala della Scuola d’Italia il 12 aprile. Tra le aziende nazionali e internazionali che saranno rappresentate alla mostra spaziano c’è anche il Niaf, la più importante organizzazione di italoamericani in America rappresentata con il quadro “Our flag My heart“: una bandiera americana con un cuore italiano a significare il vero spirito di un italoamericano. È presente anche Dress For Success Roma, associazione benefica che aiuta le donne a rientrare nel mondo del lavoro. Per i Grandi Giardini italiani, fiore all’occhiello nel turismo verde dell’Italia più bella, l’opera “La grande rosa“ che rappresenta la meravigliosa spirale di un bocciolo di rosa immersa in un giardino. Sarà esposto anche un prototipo nato per la 1000Miglia Florida, la storica gara di auto d’epoca vanto dell’Italia, che questo anno per la prima volta partirà da Miami: il quadro, infatti, si chiamerà Miami Beach.
Arvedi, vivendo a Napoli, ha sviluppato un profondo legame con la città e con il mare: porterà infatti alla mostra ben due aziende legate al mondo azzurro, il Reale Yacht Club Canottieri Savoia, ovvero il più importante e storico Club nautico della città partenopea di cui è orgoglioso socio, e Orange Sails, una ditta specializzata in vele di alta capacità sportiva ed eleganza.

Per il primo ha riprodotto la bandiera immersa in un mare verde azzurro, tipico mare del golfo di Napoli; per la seconda, invece, ha creato due vele, una arancione e l’altra nera, che sventolano sul mare.
Per ultima, una chicca: l’azienda Kefa orologi da collezione con il progetto di personalizzazione “Light in the knight”. La mostra verrà ripresa dalla tv americana ArtTv per fare uno speciale sull’artista. Come detto, la caratteristica di questa mostra è la dedica alle aziende che hanno aderito al progetto “Arte da Vestire”, uno dei progetti di ArtMarketing, specialità dell’artista. “Arte da Vestire” permette un’enorme visibilità all’azienda e stimola il passaparola positivo. I foulard, in edizione limitata, diventano regali per le persone importanti di un’azienda e motivo di vanto per gli stessi. Il foulard è un oggetto prodotto in modal e seta con materiali ecologici derivanti da filiere certificate: può essere usato sia in inverno come calda pashmina al collo che durante l’estate come elegante copricostume o pareo.
Il Progetto “Arte da Vestire” è solo uno dei tanti progetti di ARTMarketing che verranno spiegati nel libro “CORPORATE ART, embracing a new mindset of marketing and sales” che l’artista presenterà il 19 aprile alle 6:00 PM nella stessa sede. 

Nel libro verranno spiegati con esempi storici e pratici come l’arte può essere utilizzata come un prezioso strumento per un differente approccio al mercato. In un mondo sempre in maggior competizione, l’arte nelle sue varie forme diventa un fedele alleato per gli imprenditori. Un libro che unisce le due anime dell’autore: quella artistica e quella imprenditoriale. Grazie alla sua laurea in marketing e comunicazione ed alla sua lunga esperienza internazionale al fianco del maestro americano John David Mooney, Arvedi ha potuto unire questi due mondi, avvicinandoli e valorizzandoli reciprocamente.
Questo libro può essere anche un ottimo stimolo per artisti e galleristi ad approcciare in modo diverso e produttivo le aziende.

ARVEDO ARVEDI BIO: Nato a Verona, cresce nella villa veneta, immergendosi nell’arte classica. Nel 1994, a Chicago, incontra il maestro John David Mooney, collaborando per oltre 10 anni. Laureato in Marketing e Comunicazione, dal 2020 è Corporate Artist per la Commodore. Nel 2022, un professore dell’Accademia di Brera ha scritto un libro su di lui. Ha esposto a NY, Chicago, Roma, Cannes e Verona.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Scroll to Top