Un’impresa deve evolvere ma rispettare le tradizioni

Qui Nuova York, vi parla Davide Ippolito. Lo scorso 23 novembre, in una mattina assolata mi sono unito ai quasi 4 milioni di persone che hanno affollato le strade della grande mela, per assistere alla novantasettesima edizione della Macy’s Thanksgiving Day Parade. Qui, tra i grattacieli che toccano il cielo e i volti sorridenti, si è svolta una danza di colori, suoni e storie.

Camminando tra la folla, era palpabile l’emozione di essere parte di qualcosa di magico. La parata, nata nel 1924 da un’idea semplice e geniale dei dipendenti di Macy’s, è diventata una tradizione che segna l’inizio della stagione natalizia. Ogni pallone gigante, ogni carro decorato, ogni banda musicale rappresenta un capitolo in una storia che si rinnova ogni anno, unendo passato e presente in un abbraccio festoso.

L’atmosfera generale era di festa e condivisione, sventolavano bandiere, risuonavano cori, e gli enormi palloni, come giganteschi sogni fluttuanti, si elevavano al di sopra di noi. Dai 25 palloni ai 6 balloonicles, dai 31 carri volanti alle 11 bande musicali, ogni elemento contribuiva a creare un’esperienza indimenticabile.

Mentre i palloni colorati volteggiavano nel cielo e i carri artistici sfilavano, riflettevo su come la parata abbia riscritto la storia di Macy’s. Da un semplice grande magazzino, Macy’s è diventata un nome sinonimo di festività, gioia e comunità. Questo evento annuale ha non solo aumentato l’iconicità del brand, ma ha anche avuto un impatto significativo sul suo fatturato e sulla sua Reputazione, attirando clienti da tutto il mondo attratti dalla sua immagine festiva e accogliente.

La parata è anche un monumento al marketing moderno. Macy’s ha saputo trasformare la tradizione in un’opportunità, creando non solo un evento amato, ma un potente strumento di marketing che continua a stupire e coinvolgere. È un insegnamento per le aziende di oggi: l’importanza di adattarsi, di evolvere, ma anche di abbracciare e rispettare le tradizioni.

Mentre la parata si concludeva, ho realizzato quanto il Giorno del Ringraziamento incarnasse valori universali: gratitudine, condivisione, unione. Questi principi, radicati nella tradizione americana, sono valori basilari anche per la Reputazione di un’azienda.

Quest’anno, il mio primo Thanksgiving a New York è stato reso ancora più speciale dalla compagnia dei miei nuovi amici Newyorkesi Mattia e Antonella e della mia famiglia. Insieme, abbiamo creato nuovi ricordi, ridendo e condividendo storie, mentre il tacchino arrosto – sapientemente preparato da Mattia – si diffondeva nell’aria con il suo profumo invitante.

Questa nuova tradizione, abbracciata con entusiasmo e calore, ha aggiunto un altro strato alla nostra esperienza familiare. Abbiamo riso, abbiamo brindato, e nel farlo, abbiamo tessuto insieme i fili delle nostre diverse culture in una trama di appartenenza e felicità.

Nella mia esperienza della Macy’s Parade, ho visto la fusione di storia, cultura e business in un unico, grandioso evento. Macy’s ha trasformato la sua parata in un’opera d’arte vivente, un evento che ogni anno ridefinisce il significato di spettacolo e celebrazione. La parata del Thanksgiving di Macy’s è molto più di una semplice manifestazione; è un simbolo di come la capacità di innovare, di unire e di ispirare possa cambiare non solo la reputazione di un’azienda, ma anche il suo posto nel cuore delle persone.

Picture of Davide Ippolito

Davide Ippolito

Davide Ippolito, nato a Napoli, vive a New York. è un esperto di Reputazione, editore e autore per Amazon Prime Video. Fondatore de ilNewyorkese e Reputation Review e Direttore scientifico dell’Italian American Reputation Lab, offre consulenza per organizzazioni come NIAF , Confindustria e Federmanager. È opinionista per La7 sulle tematiche che gravitano attorno alla Reputazione e agli Stati Uniti. Nel 2023 è uscito il libro “Against Stereotypes. The real Reputation of Italian American” e ha pubblicato 4 libri sulla Reputazione e due saggi distribuiti da Mondadori. Ha svolto incarichi di docenza per l’Università di Roma La Sapienza, Emory University di Atlanta e società di formazione manageriale.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governors Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »

La Pennsylvania elettorale, oltre l’attentato a Trump

Quanto successo in Pennsylvania ha sicuramente scosso l’America e, soprattutto, l’elettorato. Ma andando oltre la mera e superficiale analisi del fatto, l’attentato all’ex Presidente e attuale candidato repubblicano, Donald Trump, ha fatto luce anche e soprattutto su uno Stato dove

Leggi Tutto »
Torna in alto