Nuove leggi contro i crimini d’odio a New York: grafitti inclusi

Una proposta di legge, sostenuta dalla governatrice democratica di New York City Kathy Hochul, mira ad ampliare la definizione di crimini d’odio includendo altri 31 capi d’accusa, compresi i graffiti. Tale disposizione prevederebbe condanne più severe per reati minori, come gli assalti da parte delle gang, solo se dimostrato che siano motivati da pregiudizi razziali, religiosi o di genere.

Secondo Alvin Bragg, procuratore distrettuale di Manhattan, l’incremento dei crimini d’odio nello stato è stato evidente dopo gli eventi del 7 ottobre 2023 in Israele, e ritiene che l’elenco attuale dei reati ammissibili sia troppo limitato.

Tuttavia, ci sono delle opposizioni a questa proposta. Alcuni ritengono che trasformare reati minori come i graffiti in crimini d’odio potrebbe portare a condanne fino a quattro anni di carcere, suscitando preoccupazioni riguardo all’eccessivo potere conferito ai pubblici ministeri.

Attualmente, in New York, vi sono 66 capi d’accusa che possono essere considerati come crimini d’odio. L’Hate Crime Modernization Act vorrebbe estendere tale elenco a 97.

Secondo i dati della Division of Criminal Justice Services, i crimini d’odio sono aumentati costantemente negli ultimi anni. Nel 2022, sono stati segnalati 969 casi, mentre la polizia di New York ha rilevato un aumento del 137% nei primi tre mesi del 2023, con un particolare incremento degli attacchi verso la comunità ebraica.

La senatrice democratica di Brooklyn Julia Salazar ha espresso dubbi sulla proposta, sottolineando la necessità di un approccio più completo nella prevenzione dei crimini d’odio.

Hochul e i procuratori distrettuali hanno sostenuto l’inserimento dei graffiti tra i crimini d’odio dopo una serie di scritte offensive trovate su attività commerciali di proprietà ebraica, evidenziando il potenziale impatto di tali atti sulla comunità nel suo complesso.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

New York ha un problema con i clacson

Nel cuore di Manhattan il traffico mattutino scorre come una sinfonia dissonante di clacson e bip bip. New York, in fondo, è conosciuta per il suo rumore incessante, ma negli ultimi anni l’inquinamento acustico generato delle automobili sembra aver raggiunto

Leggi Tutto »
Scroll to Top