La sostenibilità parte dall’ascolto. IO RISPETTO: un progetto dedicato ai giovani per un impatto socio-ambientale positivo, duraturo ed equo-solidale

Venerdì 12 maggio alle ore 9:00si terrà il primo incontro di IO RISPETTO, progetto dedicato all’ascolto e al coinvolgimento dei giovani di scuole romane per una nuova lettura dei criteri ESG (Environmental, social, and corporate governance).L’iniziativa parte dalla mente e dal cuore di Davide Ippolito, ideatore del progetto e direttore di Reputation Review – la prima rivista in Europa dedicata alla Corporate Reputation.

Il primo istitutodestinato alla presentazione del progetto è l’IC Luigi Rizzo, in Via Luigi Rizzo, 1 aRoma; seguito dall’eco sostenibile amplificato tra le aule dell’IC. Leone Caetani di Cisterna di Latina e dell’IC V.O. Cencelli di Sabaudia.

IO RISPETTO parte dal coinvolgimento di alunni di III media e V elementare del Centro Italia e prevede l’estensione dell’iniziativa alle scuole del Nord e del Sud. Raccolto un campione significativo, il programma si concluderà, entro l’anno 2023, con un evento in Vaticano con la partecipazione di aziende, Istituzioni politiche e religiose aderenti al progetto. Il lavoro svolto con i bambini sarà poi presentato in Udienza generale a Papa Bergoglio. IO RISPETTO crede vivamente nella sensibilità delle nuove generazioni ed è proprio a loro che si rivolge per dimostrare come un concetto poco immediato come la sostenibilità sia, in realtà, già patrimonio condiviso all’interno della fascia più giovane della popolazione.

Dall’ascolto di proposte, osservazioni e valutazionidella futura generazione, IO RISPETTO mira alla condivisione di una nuova “disciplina della sostenibilità”; per una sua riscrittura olistica più stabile, equa e inclusiva attraverso la firma di giovani e giovanissimi su cinque macro-temi relativi al rispetto dell’ambiente, della natura, delle persone, delle regole e della società. Sostenibilità non è difatti solo cura, attenzione e rispetto nei confronti delle risorse naturali, ma anche nei riguardi di quell’”altro diverso da sé, che avvicina e arricchisce.

Il progetto parte dal confronto diretto con le aule e termina con la compilazione e confronto di questionari informativi redatti da bambini e aziende. Nello specifico, Le osservazioni dei ragazzi diventeranno strumento valutativo delle attitudini delle aziende partecipanti. Dalla classificazione si passerà alla premiazione con le medaglie “IO RISPETTO”: le tre aziende più virtuose saranno lodate per l’adozione di una politica responsabile in linea con il disciplinare sensibile dei ragazzi; instradando quel mutamento socio-comportamentale necessario per un mondo più rispettoso e solidale.

Dall’aula al mondo esterno, il cambio di paradigma – la svolta sostenibile – è accessibile e raggiungibile se si guarda al rispetto come sguardo differente nei confronti del mondo; un connubio di sentimento e azione che accende la coscienza e slancia la cooperazione nel nome dell’etica quale principio alla base di un ecosistema sano, durevole e vivibile.


Dalla riflessione sulla lingua all’analisi delle abitudini è possibile orientare la società, le imprese e le nazioni verso la formula più virtuosa della sostenibilità.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governors Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »
Scroll to Top