Ron DeSantis sospende la sua candidatura presidenziale e sostiene Trump

In una svolta inaspettata nella corsa presidenziale repubblicana, il Governatore della Florida Ron DeSantis ha sospeso la sua campagna elettorale, appoggiando l’ex presidente Donald Trump. Questa decisione arriva a soli due giorni dalle primarie del New Hampshire, dove DeSantis era previsto in ritardo rispetto sia a Trump che all’ex Ambasciatrice alle Nazioni Unite, Nikki Haley.

DeSantis, una volta considerato il più formidabile sfidante di Trump, ha annunciato la sua sospensione in un video sulla piattaforma social X, utilizzando lo stesso canale del suo annuncio originale. “Dopo il secondo posto in Iowa, abbiamo pregato e riflettuto sul da farsi,” ha dichiarato DeSantis. “Non posso chiedere ai nostri sostenitori di impegnare il loro tempo e risorse senza un chiaro percorso verso la vittoria. Pertanto, sospendo oggi la mia campagna.”

Il Governatore della Florida ha poi espresso il suo sostegno a Trump, affermando che la maggior parte degli elettori repubblicani sembra voler dare un’altra opportunità all’ex presidente.

La campagna di DeSantis, caratterizzata da segnali contrastanti e confusione tra elettori e donatori, aveva suscitato incertezze sulle sue intenzioni future. Dopo il caucus in Iowa, DeSantis aveva visitato la Carolina del Sud, ma poi aveva alternato viaggi tra questo stato e il New Hampshire, cancellando anche alcune apparizioni televisive.

La sua decisione ha colto di sorpresa molti alleati, compresi quelli del super PAC pro-DeSantis, Never Back Down, che non erano stati informati in anticipo.

DeSantis si era posizionato come alternativa a Trump, cercando di presentarsi come erede politicamente riuscito del movimento MAGA senza il bagaglio di Trump. Tuttavia, non è riuscito a distanziarsi abbastanza dal suo sostegno. Le sue politiche conservatrici radicali hanno anche spinto repubblicani moderati e indipendenti a cercare altri candidati.

Nonostante il suo successo iniziale e una significativa operazione politica, il slancio di DeSantis si è rapidamente esaurito dopo l’annuncio ufficiale della sua candidatura, in parte a causa degli attacchi incessanti da parte del team di Trump e dei propri errori strategici. Il super PAC pro-Trump, MAGA Inc., ha speso oltre 23 milioni di dollari in pubblicità anti-DeSantis.

La campagna di DeSantis è stata anche oscurata da lotte interne e difficoltà finanziarie, con licenziamenti di staff e cambiamenti nella direzione della campagna. Nonostante gli sforzi compiuti in Iowa, DeSantis ha ottenuto solo un secondo posto distante, dietro a Trump.

La sospensione della sua campagna e il sostegno a Trump segnalano un importante cambiamento nel panorama delle primarie repubblicane, con l’ex presidente che rafforza ulteriormente la sua posizione come favorito per la nomination. Con la corsa ora incentrata su Trump e gli altri candidati rimasti, il percorso verso le elezioni presidenziali del novembre si preannuncia sempre più definito.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governors Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »

Consulta “Sul terzo genere serve una legge”

ROMA (ITALPRESS) – La Corte costituzionale ha deciso le questioni di legittimità costituzionale promosse dal Tribunale di Bolzano in materia di rettificazione di attribuzione di sesso e ha dichiarato inammissibili le questioni sollevate nei confronti dell’art. 1 della legge n.

Leggi Tutto »
Torna in alto