Tesla si tira indietro sulla costruzione di nuove stazioni di ricarica

Elon Musk, CEO di Tesla, ha sorpreso tutti, questa settimana, licenziando il team di 500 persone responsabile della costruzione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici negli Stati Uniti – un’iniziativa sostenuta anche dall’amministrazione Biden – e riducendo gli investimenti nel settore. Wildflower, un’azienda di sviluppo immobiliare di New York, ha così visto interrompersi un accordo con Tesla per la costruzione di una stazione di ricarica a Queens dopo i licenziamenti nel team.

Alcuni analisti ritengono che Tesla possa aver ridotto gli investimenti nella ricarica per concentrarsi su altri settori, come l’intelligenza artificiale e la robotica. La decisione di Musk ha comunque sollevato forti dubbi sul futuro del settore: questa mossa, infatti, potrebbe rallentare l’adozione delle auto elettriche, influenzando le decisioni dei consumatori, considerando anche che Tesla è attualmente proprietaria della maggior parte delle stazioni di ricarica veloce negli Stati Uniti

Nonostante la decisione, comunque, il settore delle stazioni di ricarica continua a crescere grazie ai finanziamenti pubblici e privati, e le utility elettriche e gli enti governativi responsabili della promozione dei veicoli elettrici si sono comunque detti ottimisti sull’espansione delle stazioni di ricarica nonostante la decisione di Tesla.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governos Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »
Scroll to Top