Noi siamo la Scuola d’Italia – Racconto del Gala 2024

“Noi siamo la scuola. E insieme affrontiamo le difficoltà e le sfide che la città di New York ci pone.” Con queste parole, Michael Cascianelli, Preside e CEO della Scuola d’Italia, ha inaugurato la magnifica serata del Gala 2024. L’evento di quest’anno si è svolto nella splendida cornice di The GlassHouse, una scelta non casuale, voluta per sottolineare il significativo messaggio di visione, trasparenza e integrità della nostra scuola. Un messaggio chiave di partecipazione comunitaria alla missione condivisa della scuola è stato espresso attraverso gli slogan: “I AM LA SCUOLA, YOU ARE, WE ARE” e “WE WERE ALL RAISED BY TEACHERS”.

La serata ha visto la presenza del Console Generale di New York, Fabrizio Di Michele, che ha evidenziato il ruolo strategico della scuola per la comunità italiana e l’importanza che essa rappresenta per numerose famiglie italiane a New York.

L’evento è stato indimenticabile per le oltre 400 persone partecipanti, ricco di ospiti speciali e momenti toccanti. Particolarmente commovente è stato l’intervento di Lidia Bastianich, che ha raccontato del suo arrivo in America all’età di 12 anni e di come la sua vita sia stata positivamente influenzata dall’aver interiorizzato le due culture più importanti al mondo, quella italiana e quella americana, riuscendo con facilità a unirle nella sua passione per la cucina, che le ha portato grande successo.

Tra i premiati vi è stato anche Alessandro Del Piero, accolto da una sequenza dei suoi gol più significativi e da un’ovazione del pubblico. Ormai cittadino italiano residente negli Stati Uniti, a Los Angeles, Del Piero ha sottolineato l’importanza della cultura italiana e di come il calcio sia uno dei valori fondamentali al pari del cibo, della cultura, del design e della tecnologia.

Altri premiati della serata sono stati Alessandro Bogliolo e Jason Trennert, la cui presenza ha riconosciuto e celebrato l’importanza dell’istituzione nel contesto educativo e culturale newyorkese. Una menzione speciale è stata riservata a Maria Carla Boscono, ospite d’onore nonché madre di una studentessa della scuola, seduta al tavolo con la celebre cantante Skin, iconica voce degli Skunk Anansie.

Il successo del Gala è stato reso possibile anche grazie al lavoro impeccabile dei genitori, dei volontari e dei membri del board del Gala Committee. La loro dedizione ha contribuito non solo a realizzare una serata memorabile, ma anche a rafforzare il senso di comunità e appartenenza tra tutti i partecipanti.

La serata è stata abilmente condotta da Federica Scala e Idriss Nestor, che hanno saputo guidare l’evento con professionalità e carisma. È stata un’occasione perfetta per raccogliere fondi per la scuola, grazie alle numerose donazioni degli sponsor e al talento di Giovanni Spinelli, che con il Live Auction ha reso questo momento cruciale dell’evento, aiutando la scuola a raggiungere gli obiettivi prefissati per l’acquisto di nuove attrezzature per gli studenti.

Sono stati gli stessi studenti del liceo, che attraverso la voce di due ambasciatori, hanno avuto l’opportunità di illustrare i bisogni strutturali legati al rinnovo di due aree dell’istituto, con l’obiettivo di elevare ulteriormente l’offerta formativa.

Gli studenti delle superiori rappresentano il perfetto esempio di come la scuola riesca a raggiungere i suoi obiettivi educativi: il gruppo dei diplomandi, infatti, ha già ricevuto offerte da prestigiose università, incluse alcune appartenenti all’Ivy League, come la Cornell University. Questo testimonia non solo il valore dell’istruzione offerta ma anche l’impegno e la dedizione degli studenti e del corpo docente nel perseguire l’eccellenza.

Pertanto, il Gala non è stato solo un momento di celebrazione, ma anche un’opportunità per ribadire l’impegno della scuola verso un’educazione di qualità e la promozione dei valori culturali italiani a New York. La serata ha trasmesso un messaggio chiaro: la Scuola d’Italia è più di un istituto educativo; è un punto di riferimento per la comunità italiana e internazionale in città, un luogo dove educazione e cultura si intrecciano per creare un futuro migliore per tutti. L’appuntamento è per l’anno prossimo, con la certezza che la scuola continuerà a essere un fulcro per la comunità italiana di New York.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governos Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »

Deborah De Luca in concerto a Times Square

Oggi pomeriggio, l’iconica Times Square di New York è stata teatro di un evento straordinario: l’esclusivo pop-up organizzato dalla star del techno italiano, Deborah De Luca, per celebrare l’uscita del suo terzo album in studio, “Hard Pop.” Dalle 17:00 alle

Leggi Tutto »

Riapre il portale tra New York e Dublino

Il Portale che collega il centro di Dublino e il quartiere Flatiron di Manhattan è tornato in funzione domenica pomeriggio, dopo essere stato sospeso il 14 maggio per i comportamenti inappropriati dei visitatori dell’installazione. Quest’opera, che trasmette in diretta video

Leggi Tutto »
Scroll to Top