La scultura “Vessel” ad Hudson Yards riaprirà con una rete “anti suicidi”

Dopo quasi tre anni dalla sua chiusura a seguito di una serie di tragici eventi, la scultura Vessel, situata nel cuore del complesso Hudson Yards a Manhattan, è pronta a riaprire le porte al pubblico. Questa attrazione turistica, alta 45 metri e conosciuta per la sua forma simile a un alveare e per il labirinto di circa 2.500 gradini e 80 piani, aveva aperto i battenti nel 2019, suscitando immediatamente grande interesse. Tuttavia, la gioia fu presto offuscata da un evento tragico: nel febbraio 2020, un giovane di 19 anni perse la vita in quello che fu il primo di una serie di suicidi.

Gli sviluppatori, di fronte alla gravità della situazione, decisero di chiudere l’accesso alle scale dopo che, nell’arco di un anno e mezzo, altre tre persone si tolsero la vita, inclusa una giovanissima di soli 14 anni nel 2021. La risposta degli sviluppatori, in collaborazione con Related Companies, il promotore del progetto Hudson Yards, è stata l’installazione di reti in acciaio “da pavimento a soffitto” su diverse scale, una misura intesa a preservare l’esperienza unica offerta dalla struttura, attirando milioni di visitatori da tutto il mondo.

La riapertura, annunciata per la prima volta dal The New York Post, è prevista per quest’anno. Sebbene l’attrazione sia ancora chiusa, alcuni passanti hanno già notato le prime sezioni delle reti in acciaio, paragonabili a reti da pesca, un segno tangibile dei cambiamenti in atto. Questa decisione ha suscitato pareri contrastanti tra i visitatori, alcuni dei quali hanno ricordato soluzioni simili adottate in Cina e a Toronto, dove strutture simili sono state equipaggiate con reti e telefoni dedicati alle emergenze suicide.

Nonostante le preoccupazioni estetiche sollevate da alcuni, la sicurezza rimane la priorità. La Vessel, progettata dallo studio di Thomas Heatherwick, rappresenta il cuore del progetto Hudson Yards da 25 miliardi di dollari, il più grande sviluppo privato nella storia americana al momento della sua apertura. Tuttavia, fin dalle fasi iniziali, erano state espresse preoccupazioni riguardo alla sicurezza della struttura.

Dopo la tragedia del 2021, la Vessel era stata riaperta con una sicurezza triplicata e l’obbligo di non salire le scale da soli, ma ciò non aveva impedito ulteriori incidenti, portando alla decisione di chiudere nuovamente e di installare le reti in acciaio.

Le reti saranno posizionate su circa metà dell’area percorribile dell’attrazione, inclusi quattro scalini e le piattaforme adiacenti, lasciando completamente aperti i primi due livelli, mentre il livello superiore resterà chiuso. Questa decisione è stata accolta con sentimenti misti, tra chi ricorda l’impressione iniziale di meraviglia per la struttura e chi, invece, ne ha vissuto gli aspetti più tragici. Nonostante tutto, la notizia della riapertura è stata accolta con entusiasmo da molti, compresi coloro che lavorano nelle immediate vicinanze della Vessel.

Questa scelta rappresenta un passo importante verso la riapertura sicura di uno dei simboli più recenti di New York, dimostrando un impegno nel preservare sia la bellezza che la sicurezza della città e dei suoi visitatori.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governos Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »

Noemi Bolzi per la prima volta a New York

La poliedrica artista italiana Noemi Bolzi è pronta a conquistare il cuore pulsante della creatività e dell’innovazione artistica americana. Dal 31 maggio al 7 giugno 2024, parteciperà infatti all’Expo Internazionale “New York Art Symposium 2024” nell’eclettico Centro Usagi di DUMBO (Down Under the Manhattan Bridge Overpass), dove

Leggi Tutto »
Scroll to Top