New York più vicina al suo primo stadio di calcio

Il consiglio comunale di New York ha dato l’approvazione ufficiale per l’istruzione della seconda fase propedeutica alla costruzione del primo stadio di calcio della città, un progetto che potrebbe trasformare il paesaggio urbano e la vita dei residenti del Queens, uno dei cinque distretti di New York. Solo tre mesi dopo che il presidente del distretto, Donovan Richards, aveva raccomandato il via libera per la fase due, il consiglio comunale ha confermato la sua approvazione giovedì scorso, l’11 aprile.

Originariamente previsto nel South Bronx, vicino allo storico Yankee Stadium, lo stadio sarà invece costruito nel quartiere di Willets Point, nel Queens, con una data di completamento stimata per il 2027. Questo spostamento segna una significativa evoluzione nella visione urbanistica della città e potrebbe avviare una rinascita economica e sociale per la zona.

Il nuovo stadio, destinato al New York City Football Club, squadra cittadina militante nella Major League Soccer – la Serie A americana -, rappresenterà un’importante aggiunta allo skyline di Queens. Con una capacità di 25.000 posti, sarà il primo stadio di calcio professionistico completamente elettrico, dimostrando l’impegno della città per l’innovazione e la sostenibilità ambientale.

I render rilasciati lo scorso marzo hanno suscitato grande interesse tra i tifosi, offrendo uno sguardo interno al futuro stadio. Tra le caratteristiche più sorprendenti, spicca “The Cube”: un ingresso immersivo a sette piani che promette di accogliere i visitatori in modo spettacolare.

Tuttavia, lo stadio non è l’unica novità nell’ambito del progetto di riqualificazione di Willets Point. Oltre alla struttura sportiva, il piano prevede la costruzione di 1.400 unità di alloggi accessibili, un hotel con 250 camere, spazi commerciali al dettaglio su una superficie di 80.000 piedi quadrati, quasi 3 acri di spazi pubblici aperti e altro ancora. Questa riqualificazione integrale promette di trasformare radicalmente l’area, offrendo nuove opportunità abitative, lavorative e ricreative per i residenti. Il costo dell’opera si aggira intorno ai 780 milioni di dollari.

Il sindaco Adams, entusiasta del progetto, ha dichiarato: “Stiamo costruendo una nuova comunità nella ‘Valle delle Ceneri’… Con il voto di oggi, siamo un passo più vicini a realizzare quel futuro”. Questo ambizioso progetto non solo cambierà il volto di Queens, ma potrebbe anche servire da modello per lo sviluppo urbano sostenibile in altre città del mondo.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Ritorna il camping di lusso Governos Island

Se stai cercando una fuga perfetta dalla frenesia della città senza allontanarti troppo, Governors Island potrebbe essere la tua destinazione ideale. E se desideri trasformare questa breve fuga in un’esperienza indimenticabile, Collective Retreats è pronto ad accoglierti con le sue

Leggi Tutto »

Noemi Bolzi per la prima volta a New York

La poliedrica artista italiana Noemi Bolzi è pronta a conquistare il cuore pulsante della creatività e dell’innovazione artistica americana. Dal 31 maggio al 7 giugno 2024, parteciperà infatti all’Expo Internazionale “New York Art Symposium 2024” nell’eclettico Centro Usagi di DUMBO (Down Under the Manhattan Bridge Overpass), dove

Leggi Tutto »
Scroll to Top