Celebrazione dell’eccellenza Italiana: la premiazione dell’Italian Reputation Award a New York

Si è svolta presso l’Istituto Italiano di Cultura di New York la premiazione dell’Italian Reputation Award, l’importante riconoscimento rivolto alle personalità che si sono distinte in ambito reputazionale grazie ad un costante impegno e all’innovazione profusa nei diversi settori professionali per la promozione dell’Italia nel mondo.

L’evento è stato condotto dalla giornalista Francesca Di Matteo che ha scandito l’alternarsi degli ospiti e dei premiati nella sala della casa della cultura italiana nella Grande Mela.

L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra l’Istituto italiano di Cultura di New York diretto da Fabio Finotti e da Reputation Research guidato da Davide Ippolito, per dare risalto all’impatto culturale che gli italiani, grazie alla loro professionalità, competenza e costanza nel lavoro, contribuiscono a rafforzare il brand Italia su scala globale.

Il direttore Finotti ha introdotto la serata di premiazione leggendo una lettera inviata dal sottosegretario al ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale Maria Tripodi, nella quale ha ringraziato Fabio Finotti, Davide Ippolito, Pasquale Antonio Riccio di Progetto Alfa e Mattia Iovane direttore de Il Newyorkese, media partener dell’evento, definendo “gli Italian Reputation Awards importanti perché pongono sotto i riflettori la varietà di settori nel quale il prestigio italiano agisce nel mondo: l’arte, la musica, l’enogastronomia, e, insieme, la tecnologia, la scienza, la finanza, la comunicazione – aggiungendo – che come è stato giustamente sottolineato dagli organizzatori, gli Awards sono più di un semplice premio,  sono innanzitutto un tributo all’impegno ed ai risultati di personalità che con il loro spirito di iniziativa ed il duro lavoro sono riusciti ad eccellere, contribuendo a rafforzare quel patrimonio di credibilità di cui il sistema Italia, termine mai così appropriato come nella celebrazione odierna, gode nel mondo”.

Dopo aver letto il messaggio del sottosegretario Tripodi, il direttore Finotti ha poi passato la parola al Console Generale d’Italia a New York Fabrizio Di Michele che ha voluto evidenziare l’importanza di questa iniziativa e ha espresso la propria felicità nel vedere a New York “una tale concentrazione di talenti italiani dai più diversi background, proprio perché la Grande Mela per definizione concentra le risorse d’eccellenza del mondo”, ha affermato il Console Di Michele.

Oltre all’Istituto Italiano di Cultura di New York e a Reputation Research, l’Italian Reputation Award è stato promosso da RetImpresa, Progetto Alfa, IARL – Italian American Reputation Lab e Federmanager Academy.

Il Console Di Michele è stato il primo a consegnare il premio, che consiste in una moneta su cui è incisa la dea della reputazione realizzata dal maestro artigiano Marco de Luca, ad una collega, la Console Generale d’Italia a Detroit Allegra Baistrocchi, definita da Di Michele come un’eccellenza italiana della diplomazia e un modello per chi svolge questo ruolo così importante e delicato.

Gli altri premiati sono: Leonora Armellini, John Viola e Basil Russo, Franco Rossi, Diego Pisa, Mauro Porcini, Giuseppe Romano, Gianmario Bertollo e Maria Sole Pavan, Marco Chiellini, Anna Rondolino, e una menzione speciale da Reputation Review per Alessia Panella e Maria Azzurra Rinaldi.

La pianista Leonora Armellini si è esibita al pianoforte durante la consegna dei premi accompagnando la serata con una dimensione musicale che è stata molto apprezzata dal pubblico in sala.

Sono intervenuti nel corso delle premiazioni Micheal Cascianelli, Head of School at La Scuola d’Italia, Alma Laias dell’American Chambre of Commerce, Don Luigi Portarulo sacerdote Our lady of Pompeii, Domenico Veneziano Director of Urology at Northwell Health LIJ Valley Stream Hospital, il ristoratore Ciro Iovine, l’artista Verdiana Patacchini, Pasquale Antonio Riccio presidente di Progetto Alfa e Mattia Iovane giornalista e direttore de ilNewyorkese.

Infine, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Finotti ha premiato il giornalista e scrittore Alain Elkann testimone della Reputazione italiana declinata nei suoi aspetti migliori e più complessi per i numerosi libri che ha scritto e divulgati in tutto il mondo, per le sue lezioni all’University of Pennsylvania e per la sua attività come Presidente della FIAC, Foundation for Italian Art and Culture.

Rivivi le emozioni dell’intero evento.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Il processo a Trump agita New York (il video)

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump e la sua squadra si sono letteralmente trasferiti a New York. La città è blindata e davanti al tribunale sono presenti i giornalisti di tutto il mondo, decisamente più numerosi rispetto ai sostenitori

Leggi Tutto »
Scroll to Top