Trump minaccia: “Se non dovessi vincere, finirà la democrazia negli USA”

Il candidato repubblicano, Donald Trump, ha sollevato una tempesta di preoccupazioni durante il suo discorso in Ohio davanti ai ferventi sostenitori del movimento MAGA. In un momento carico di tensione politica, Trump ha profetizzato un futuro oscuro per gli Stati Uniti se non riuscirà a vincere le prossime elezioni.

L’ex Presidente, figura centrale di molte controversie, ha riaffermato le sue convinzioni sui brogli elettorali nel 2020, un argomento che continua a dividere il paese. Con la nuova sfida contro Biden ormai all’orizzonte, Trump ha avvertito che una sua sconfitta porterebbe alla rovina della democrazia americana.

Oltre a questi avvertimenti sinistri, Trump ha alzato il tiro, focalizzando l’attenzione sull’industria automobilistica statunitense e la minaccia della concorrenza straniera. Ha dipinto un quadro cupo, affermando che senza la sua vittoria, il paese affronterà una crisi senza precedenti.

Durante il suo discorso, Trump ha cercato di conquistare l’appoggio di elettori chiave come afroamericani e ispanici, sottolineando i presunti danni che la politica di immigrazione di Biden avrebbe inflitto a queste comunità. Ha accusato l’amministrazione di Biden di favorire un’eccessiva immigrazione che avrebbe minacciato i posti di lavoro di questi gruppi etnici. Nel mentre, però, si è anche lasciato sfuggire una delle sue esternazioni un po’ al limite, sostenendo che alcuni immigrati accusati di crimini non sarebbero persone ma animali. “Non so se possano essere considerate persone”, ha dichiarato Trump. “In alcuni casi, secondo me, non lo sono. Ma non mi è permesso dirlo a causa delle critiche della sinistra radicale”.

Trump ha anche sollevato preoccupazioni riguardo all’impatto degli immigrati sul sistema di previdenza sociale, sostenendo che il loro crescente numero sta minacciando la sostenibilità del sistema. Ha accusato l’amministrazione Biden di compromettere l’assistenza sanitaria e la previdenza sociale e ha promesso di proteggere questi servizi. Inoltre, ha annunciato piani per riprendere le trivellazioni su vasta scala, sottolineando le ricchezze sotterranee del paese.

Durante il suo intervento in Ohio a sostegno del candidato al Senato Bernie Moreno, Trump ha sollevato ulteriori questioni sull’immigrazione, sostenendo la necessità che gli stranieri che arrivano negli Stati Uniti imparino l’inglese. Moreno ha enfatizzato l’importanza dell’assimilazione e ha affermato che imparare la lingua significa diventare parte degli Stati Uniti.

L’immigrazione si prospetta come una questione centrale nella campagna presidenziale in corso. Trump e il presidente Biden hanno recentemente visitato città di confine in Texas, criticandosi reciprocamente per la gestione della crisi migratoria. Mentre Trump ha definito l’afflusso di migranti “un’invasione di Joe Biden”, quest’ultimo ha accusato Trump di aver bloccato un provvedimento bipartisan volto ad affrontare la questione dell’immigrazione illegale.

Tuttavia, le sue parole hanno suscitato forte reazione. Il portavoce della campagna elettorale di Biden ha condannato i commenti di Trump come estremisti e pericolosi, evidenziando la crescente polarizzazione politica negli Stati Uniti.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

New York sterilizzerà tre milioni di topi

La città che non dorme mai ha un problema che persiste da decenni: i ratti. New York, con la sua popolazione di circa 3 milioni di roditori, sta cercando una soluzione al persistente problema delle infestazioni di topi che affligge

Leggi Tutto »

New York più vicina al suo primo stadio di calcio

Il consiglio comunale di New York ha dato l’approvazione ufficiale per l’istruzione della seconda fase propedeutica alla costruzione del primo stadio di calcio della città, un progetto che potrebbe trasformare il paesaggio urbano e la vita dei residenti del Queens,

Leggi Tutto »
Scroll to Top