La storia dei parchi di New York: da luoghi di sepoltura a oasi verdi

La vibrante metropoli di New York è rinomata per i suoi grandi parchi e spazi verdi, che offrono un rifugio tranquillo dal caos urbano. Tuttavia, ciò che molti non sanno è che alcuni di questi idilliaci parchi avevano un passato molto diverso: erano cimiteri.

Tra i parchi più iconici della città, come Battery Park, Union Square Park e Madison Square Park, molti hanno origini oscure come luoghi di sepoltura. Un’eco del passato che potrebbe ancora suscitare un brivido è rappresentato da Washington Square Park, dove secondo alcune fonti, giacciono sepolti oltre ventimila corpi.

Battery Park: Situato all’estremità meridionale di Manhattan, Battery Park offre una vista mozzafiato sulla baia di New York e sulla Statua della Libertà. Tuttavia, prima di essere un’oasi di verde, era conosciuto come il sito del Dutch Colonial-era New Amsterdam’s “Poterie Potten” o “Potter’s Field”, un cimitero per coloro che non potevano permettersi una sepoltura convenzionale.

Union Square Park: Questo popolare parco nel cuore di Manhattan era una volta il sito del Union Place Cemetery, un cimitero che ospitava sia persone comuni che personalità di spicco. Oggi, è famoso per il suo mercato del contadino, le proteste politiche e l’atmosfera vivace.

Madison Square Park: Nel XIX secolo, questo parco era noto come Madison Cottage Cemetery, un terreno di sepoltura per i poveri. Ora è un’importante destinazione per gli eventi culturali e culinari, con l’emblema dell’edificio Flatiron che si erge come sfondo iconico.

Washington Square Park: Forse il più noto dei parchi di New York con un passato da cimitero, Washington Square Park ha una storia ricca e misteriosa. Si dice che migliaia di corpi siano sepolti sotto i suoi prati verdi, un ricordo dei giorni in cui era il sito del Potters Field e di epidemie come quella di febbre gialla.

Questi parchi non sono solo spazi ricreativi, ma monumenti alla storia complessa di New York. Attraverso la trasformazione da luoghi di sepoltura a oasi di tranquillità urbana, essi raccontano la storia della città e delle persone che l’hanno plasmata nel corso dei secoli. Che tu stia facendo una passeggiata, facendo jogging o semplicemente ammirando la vista, ricorda che sotto quei verdi prati, giace una storia sepolta che continua a vivere nel tessuto della Grande Mela.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

New York ha un problema con i clacson

Nel cuore di Manhattan il traffico mattutino scorre come una sinfonia dissonante di clacson e bip bip. New York, in fondo, è conosciuta per il suo rumore incessante, ma negli ultimi anni l’inquinamento acustico generato delle automobili sembra aver raggiunto

Leggi Tutto »
Scroll to Top