Il mercato degli uffici di Manhattan in netta ripresa: domanda in crescita del 40%

Il mercato degli uffici di Manhattan sta attraversando una spettacolare ripresa, superando le aspettative dopo le sfide imposte dalla pandemia. I proprietari, insieme ai sostenitori delle imprese e ai gestori di ristoranti, guardano con entusiasmo al futuro.

Nel 2023, il mercato degli uffici di Manhattan ha toccato il fondo con un tasso di posti vacanti oltre il 20%. Tuttavia, secondo il recente rapporto della piattaforma tecnologica immobiliare nazionale VTS, il breve termine si prospetta positivo. Il loro ultimo indice trimestrale della domanda di uffici (VODI) rivela un aumento della domanda di spazi nella Grande Mela del 40% rispetto all’anno precedente, portando la domanda al 75% rispetto al periodo pre-pandemia.

A differenza della media nazionale degli Stati Uniti, dove la domanda di spazi per uffici è cresciuta del 19,6%, il mercato di New York City si distingue con quasi mezzo miliardo di piedi quadrati. Ryan Masiello, Chief Strategy Officer di VTS, prevede che la città supererà i 30 milioni di piedi quadrati di locazione totale nel corso dell’anno, raggiungendo il livello più alto dalla pre-pandemia.

Le transazioni del 2023, secondo CBRE, ammontano a 26 milioni di piedi quadrati, segnando un 11% in meno rispetto al 2022. Tuttavia, i dati VTS si concentrano sulla quantità di spazio cercato dalle aziende, riflettendo proposte di locazione e visite aziendali.

Mary Ann Tighe, CEO di CBRE tristate, sottolinea come i dati VTS confermino la ricerca e le esperienze sul campo dei broker. Kathryn Wylde, presidente della Partnership for New York City, evidenzia che la ripresa è fondamentale per le industrie finanziarie e professionali, che contribuiscono significativamente alle entrate fiscali della città.

La Barclays Bank ha recentemente rinnovato un contratto di locazione per 1,1 milioni di piedi quadrati, mentre Evercore ha ampliato lo spazio al Park Avenue Plaza di Fisher Brothers. Inoltre, Blackstone, Jane Street Capital e American Express stanno cercando ampi blocchi di spazio per trasferirsi o espandersi a Manhattan.

La sensazione di ritorno al potere e la percezione positiva della sicurezza stanno alimentando l’energia di Manhattan. Dan Biederman, presidente della Bryant Park Corporation, nota l’aumento dell’affluenza nei mezzi pubblici e la vivacità della città.

Un boom nel leasing non sarebbe solo un segnale positivo per il settore immobiliare, ma anche per i ristoranti nei quartieri commerciali. Marc Packer, partner del gruppo Avra, sottolinea l’importanza di questi sviluppi per il settore della vendita al dettaglio/ristorazione e l’ecosistema della città.

Nonostante alcuni settori dell’East Midtown siano ancora in attesa del ritorno completo, la tendenza al ritorno agli uffici promette una crescita continua per Manhattan.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

New York ha un problema con i clacson

Nel cuore di Manhattan il traffico mattutino scorre come una sinfonia dissonante di clacson e bip bip. New York, in fondo, è conosciuta per il suo rumore incessante, ma negli ultimi anni l’inquinamento acustico generato delle automobili sembra aver raggiunto

Leggi Tutto »
Scroll to Top