“La Scuola del Guanto”, l’arte dei guantai napoletani, a New York

“La Scuola del Guanto” sarà all’Istituto di Cultura Italiana di New York, sito in Park Avenue (686 Park Avenue), un evento che ha già riscosso un grande successo in Italia.

La manifestazione, programmata in occasione di LINEAPELLE New York 2024, è stata organizzata in collaborazione con Chiroteca Business Network, la nuova rete costituita da imprese come Gala Gloves, Artigiano del guanto, Andreano, Gargiulo Leather ed a cui aderiscono la Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli, l’Unione Industriali di Napoli e LINEAPELLE, che ha l’obiettivo di promuovere e tutelare quest’antica e nobile arte.

Il giorno 30 gennaio gli appuntamenti centrali dell’iniziativa. Dalle ore 11 AM alle ore 6 PM è organizzato, presso l’Istituto di Cultura Italiana a New York, un workshop, dedicato agli studenti, dal titolo “Dimostrazione di ‘smasso’ e taglio della pelle del guanto: come i ‘maestri guantai’ napoletani creano un guanto artigianale”. Una dimostrazione pratica che consentirà ai partecipanti di osservare le operazioni di “smasso” e di taglio manuale di una pelle da guanto eseguite secondo il know how di un “maestro guantaio”, in un’esperienza che costituisce un unicum nel suo genere.

Saranno protagonisti i “maestri guantai” Alessandro Pellone e Francesco Ricciardiello. Alle ore 18 l’official opening con Fabio Finotti, direttore dell’Istituto italiano di Cultura di New York, con Edoardo Imperiale, direttore generale della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli, e con Fulvia Bacchi, CEO di LINEAPELLE.

“Siamo particolarmente lieti di celebrare questa esposizione a New York, una città che abbraccia la diversità e l’eccellenza artigianale. La ‘Scuola del Guanto Napoletano’ non solo rende omaggio alla tradizione ma guarda anche al futuro, incoraggiando l’innovazione e la continua evoluzione nel mondo della moda” dice Edoardo Imperiale. “’La Scuola del Guanto’ – sottolinea – è un progetto culturale che racconta l’eccellenza della moda napoletana nel mondo e che certifica i guantai napoletani non sono solo custodi di una tradizione secolare ma testimoni un’eccellenza del Made in Italy nel panorama internazionale”.

Per Fulvia Bacchi “LINEAPELLE è lieta di essere tra gli sponsor della mostra perché significa dare un contributo concreto ad un evento che celebra da un lato un settore del Made in Italy, a cui non sempre viene riconosciuta la giusta importanza nel mondo del fashion, e dall’altro al nostro bellissimo materiale, la pelle inimitabile prodotta nel nostro Paese”.

Per il direttore Fabio Finotti: “L’Istituto vuole promuovere una creatività italiana fondata sul saper fare. Arte, moda, artigianato in Italia, infatti, procedono assieme. Per questa alleanza non si potrebbe trovare un simbolo migliore del guanto: destinato alle mani, è creato dalle mani esperte dei ‘maestri guantai’”.

Per i “maestri guantai” Francesco Ricciardiello e Alessandro Pellone le ragioni dell’impegno e della passione partono da lontano. “Al centro del nostro artigianato – dicono in rappresentanza della rete– c’è una passione incrollabile per l’arte, una tradizione che parte da insegnamenti antichi. Gli artigiani non sono semplicemente spinti dalla necessità di creare, sono motivati da un profondo amore per ciò che fanno. Dall’amore per la nostra terra, per i nostri prodotti. Negli Usa per proiettare una storia nel futuro”

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Il processo a Trump agita New York (il video)

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump e la sua squadra si sono letteralmente trasferiti a New York. La città è blindata e davanti al tribunale sono presenti i giornalisti di tutto il mondo, decisamente più numerosi rispetto ai sostenitori

Leggi Tutto »
Scroll to Top