Il sindaco Adams ripristina i finanziamenti per i parchi di New York

Eric Adams ha recentemente fatto un’inversione di rotta, annullando i tagli di bilancio che avrebbero comportato la rimozione di 9.000 cestini per i rifiuti e la perdita di 1.400 posti di lavoro per dipendenti stagionali dei parchi. Questa scelta ha sollevato interrogativi sulla necessità delle drastiche riduzioni e ha suscitato dubbi sulla coerenza delle decisioni.

I tagli pianificati ai dipartimenti dei servizi igienico-sanitari e dei parchi avrebbero minacciato una delle principali politiche di Adams: la lotta contro la presenza di topi. In risposta agli sviluppi, Adams ha dichiarato che, grazie a questi ripristini, i cittadini di New York continueranno a vedere una diminuzione della presenza di ratti.

Il personale stagionale dei parchi coinvolto in un programma di lavoro di sei mesi per i cittadini a basso reddito è stato salvato grazie all’intervento di DC37, il più grande sindacato municipale della città e un alleato importante di Adams, che ha presentato una causa contro i tagli programmati.

La conferenza stampa di Adams è seguita all’annuncio del ripristino di 37 milioni di dollari nei finanziamenti per il NYPD e l’FDNY, garantendo a entrambe le agenzie di mantenere il personale in uniforme. Tuttavia, alcuni critici sostengono che questi tagli abbiano compromesso le priorità di sicurezza pubblica di Adams.

La portavoce del consiglio comunale Adrienne Adams e il membro del consiglio Justin Brannan hanno dichiarato che ciò rafforza l’idea che molti tagli effettuati inizialmente non fossero necessari e che ci fosse denaro disponibile per evitarli.

Il prossimo annuncio del budget preliminare da parte di Adams, previsto per la prossima settimana, potrebbe includere ulteriori tagli, con biblioteche e scuole già colpite in precedenza. Adams sostiene che questi tagli sono necessari per affrontare un deficit di bilancio di 7 miliardi di dollari causato dalla spesa per i migranti e la fine degli aiuti federali legati alla pandemia.

Il sindaco ha difeso la sua gestione finanziaria, citando il miglioramento del rating obbligazionario della città come prova della sua competenza. Shekar Krishnan, membro del consiglio che presiede il comitato dei parchi, ha attribuito ai gruppi di difesa il merito di aver contribuito a convincere l’amministrazione a ripristinare i finanziamenti, ma ha sottolineato che la lotta per preservare i servizi vitali per le famiglie di New York City è ancora in corso.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Scroll to Top