Antonio Minervini

Antonio Minervini: “Anche gli artisti hanno un sogno americano”

Sono atterrato qui a New York per la prima volta come tutti, in modo turistico nel 2010. Me ne sono innamorato e ho iniziato a fare la spola; avanti e indietro, fino a che, nel 2016, ho deciso che quello doveva essere il mio ultimo volo per arrivare a New York e far sì che il mio sogno nel cassetto diventasse fatidico sogno americano e si trasformasse in realtà.”

La città dei rooftop custodisce anche l’American Dream di Antonio Minervini, in arte Tony TooSlick, il visionario dietro l’omonima organizzazione specializzata nel management artistico, nata con lo scopo di portare talenti italiani sullo sconfinato palcoscenico americano. Siamo tra i grattacieli di Manhattan, di fronte alla Carnegie Hall, luogo di spicco nella scena newyorkese. Alle porte del teatro più importante d’America, Antonio Minervini rivela la sua ultima grande impresa: portare il primo spettacolo italiano tra prestigio e scetticismo di Carnegie Hall, nella 7th Avenue.

Tony Minervini annuncia l’evento su InsiderZ nel quadro del suo più ambizioso ponte New York-Italia, progetto che mira a puntare i riflettori dell’American Dream anche nel settore dell’arte e dello spettacolo: “Ho sempre lavorato in Italia nel mondo artistico, quindi sono sempre stato in quel mondo. Creare eventi ed essere parte del management artistico facendo quei tour è stato un grandissimo insegnamento e allenamento. Da lì ho deciso che era giunto il momento di creare il bridge tra Italia e New York per rispondere alle richieste di tutti quegli artisti che tanto amavano il fatto che io fossi qua e mi contattavano per poter realizzare i propri sogni in questa città.

Guarda l’intera puntata di InsiderZ per scoprire la storia di Tony Minervini, la sua passione per il mondo dell’arte e la sua determinazione nel perseguire il sogno americano dei talenti artistici italiani.

L’ultima sfida alla Carnegie Hall è stata per Tony TooSlick la nuova conferma della necessità di un collegamento sicuro tra Italia e New York. Nella terra delle opportunità, l’edificazione di un ponte culturale per la consacrazione dell’arte italiana oltreoceano è un’opera indispensabile per connettere i sogni degli italiani alle opportunità degli States. Affinché l’ambizione si realizzi, è tuttavia necessario saper comunicare il sogno americano e integrarlo alla mentalità americana: “Stiamo parlando di due mentalità differenti. Non c’è assolutamente nulla da poter comparare tra Italia ed America. Quando venite qua dovete fare un reset alla vostra mente ed essere parte integrante dei newyorkesi. Più vi sentite parte integrante dei newyorkesi e più potrete arrivare a quel fatidico sogno americano.

New York rappresenta ancora oggi la comunità italiana più ricca degli Stati Uniti; metropoli dove il Made in Italy esiste in ogni ambito ed è presente anche a livello linguistico. Nella Grande Mela si contano almeno 200.000 italiani di lingua italiana; tra loro, molti sono atterrati a NY spinti dall’American Dream, ma il sogno americano non è il solo sogno degli imprenditori.

“Tutti gli imprenditori hanno un sogno americano, ma anche gli artisti.” – ha evidenziato Antonio Minervini mentre ricorda a InsiderZ la data del suo nuovo italian comedy show. L’evento comico italiano di livello internazionale avrà luogo nella maestosa sala della Carnegie Hall il 9 ottobre, in pieno Columbus Day, e ospiterà star del calibro di Biagio Izzo, Paolo Ruffini, Max Angioni, Katia Follesa e Angelo Pisani.

Per chi segue InsiderZ è previsto uno sconto del 20% sul biglietto riscattabile sul sito madosofunny.com con il codice sconto MSF43251.

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità InsiderZ? Iscriviti alla newsletterIl Sogno Americano di Davide Ippolito per continuare a inseguire l’American Dream tra interviste, approfondimenti e consigli per artisti, manager e imprenditori negli Stati Uniti.

Condividi questo articolo sui Social

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

Post Correlati

Scroll to Top